Migliore estrattore di succo a freddo 2017

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Che cos’è un estrattore di succo a freddo

Nel settore dei piccoli elettrodomestici, una delle invenzioni migliori che abbiamo avuto negli ultimi anni, è l’estrattore a freddo. Molte persone, si sono chieste come questo piccolo apparecchio possa essere in grado di migliorare la propria vita e la propria salute, ed è proprio per questo che abbiamo deciso di scrivere questo articolo, per spiegare nel dettaglio il suo funzionamento e le sue caratteristiche. Se invece, avete già scelto di acquistare questo prodotto, e cercate solo qualche consiglio su come scegliere quello migliore o meglio, quello più adatto alle vostre esigenze, non dovrete fare altro che proseguire nella lettura. Iniziamo subito con una domanda che ci viene fatta spesso:

Perché dovrei comprare un estrattore a freddo?

Attraverso delle ricerche recenti, si è potuto notare, che le persona fanno molta fatica ad inserire nelle proprie diete, un cibo salutare come la frutta e la verdura. I motivi che hanno portato a tutto ciò, sono diversi, a partire dall’educazione alimentare alla difficile reperibilità di alcuni cibi. Tuttavia, negli ultimi anni, questa tendenza sta cambiando e i grammi di frutta e verdura che le persone assumono in media ogni anno, sono in aumento. Forse per via di una migliore comunicazione, una maggiore presa di coscienza e perché no, anche grazie alla diffusione dell’estrattore di succo a freddo. L’UE, consiglia ai suoi cittadini, di consumare ogni giorno, circa 400 grammi tra frutta e verdura, consiglio che però non viene sempre preso alla lettera dai cittadini europei. Tuttavia, da diversi anni ormai, è noto come l’assunzione regolare di frutta e verdura, prevenga la comparsa di mal di gola e raffreddori, un toccasana non solo per il nostro organismo, ma anche per le nostre attività quotidiane. Questo avviene, soprattutto alla grande presenza di vitamine ed energia, presenti in questi alimenti. Discusso dell’importanza che ha l’inserimento di frutta e verdura nella dieta quotidiana, passiamo al lato tecnico della faccenda e andiamo a vedere di più nel dettaglio, come funziona un estrattore a freddo.

Come funziona un estrattore di succo a freddo

In questo apparecchio, la parte da leone, viene rivestita principalmente dal suo motore, che si distingue per:

  • Motore ad induzione AC;
  • Motore a spazzole DC.

estrattore a freddoAttualmente, i modelli migliori, dispongono di un motore AC, che riescono a raggiungere la velocità di 40-80 giri/min. Questi sono considerati attualmente i migliori sul mercato, grazie agli esperimenti condotti nei reparti di Ricerca e Sviluppo di diverse aziende, che hanno dimostrato, che a queste velocità, si ottiene il rendimento migliore possibile, grazie soprattutto ad una bontà/resa del succo superiore. Quello che probabilmente vi starete chiedendo a questo punto è: perché un estrattore deve funzionare ad una velocità così bassa? Non si farebbe prima ad una velocità maggiore?

Su molti siti, è possible leggere del mito dei 40 giri contro quello degli 80 giri al minuto. Su questi, si legge che un estrattore di succo più lento, è migliore di uno più veloce, poiché la coclea provocherebbe un riscaldamento minore e assorbirebbe meno ossigeno. Tuttavia, non è stato provato ancora nulla in proposito, ed anzi, se proprio vogliamo mettere in puntini sulle “i”, dovrebbe essere l’esatto contrario, poiché girando più lentamente, il succo starebbe più tempo a contatto con l’aria, con un rischio di ossidazione maggiore. Ovviamente, l’ossidazione non è qualcosa di istantanea, perché affinché avvenga, il succo dovrebbe restare a contatto con l’aria per almeno 24 ore.

Inoltre, su alcuni siti, si dice che un 40 giri è migliore di un 80 giri, perché non brucia gli enzimi, ma probabilmente non sanno, che questi bruciano ad una temperature di 50°C, temperatura che non viene raggiunta da nessun estrattore a freddo presente in commercio. Anzi, a dirla tutta, mentre alcuni estrattori ad 80 giri arrivano appena a 17-18°C, certi estrattori a 40 giri, estraggono il succo a qualche grado in più, ma senza mai bruciare gli enzimi. Ma allora perché sono stati inventati questi estrattori più lenti? Probabilmente solo perché possono essere costruiti con motori meno potenti, dunque meno costosi per i produttori e perché rilasciano una quantità di polpa minore nel succo.

Meglio il motore DC o AC?

Tutto quanto detto fino a questo momento, non si traduce nel fatto che gli estrattori dotati di motore DC non lavorano ad una frequenza di 40 giri al minuto, ma semplicemente che presentano un piccolo difetto di realizzazione, che è legato essenzialmente al modo di funzionare e costruire questo motore, che non potrà mai essere risolto al 100%. Infatti, i motori DC presentano delle spazzole, che consentono di girare il motore elettrico, ma che si riscaldano durante questo movimento. Attenzione, non ci riferiamo al riscaldamento delle coclea come accennato poco sopra, ma proprio al riscaldamento delle spazzole, che si usurano più rapidamente.

Questo, potrebbe comunque portare ad avere un succo estratto, più caldo di quello estratto con un estrattore a freddo dotato di motore AC. Per cui, se dovete acquistare un estrattore di succo a freddo da utilizzare molto spesso e per diverse volte consecutivamente, potrebbe essere ideale un apparecchio dotato di motore AC. Tuttavia, se desiderate fare solo qualche succo di tanto in tanto e non prevedete di utilizzarlo per molto tempo consecutivamente, allora anche un estrattore con motore DC può andare benissimo, l’importante è che non giri mai al di sopra degli 80/100 giri al minuto. Questi modelli, ossia quelli che si mantengono al di sotto dei 100 giri/min. vengono definiti “slow juicer” e sono questi quelli a cui dovete puntare.

I prezzi dell’estrattore a freddo

estrattore di succo a freddoL’estrattore di succo a freddo, quindi, è un prodotto eccellente, con il quale è possibile ottenere dei gustosi e salutari succhi di frutta e verdura. In commercio, ne troviamo moltissimi modelli, ognuno dotato di caratteristiche e funzioni particolari. Il costo di questo apparecchio può essere piuttosto vario. I modelli “da casa”, possono andare da un minimo di 80€ fino ad un massimo di 200€. Quelli professionali, invece, possono avere anche un costo maggiore, ma probabilmente non sei alla ricerca di questi ultimi. Il nostro consiglio è quello di scegliere un modello di fascia medio alta, che possa soddisfare senza alcun problema le proprie esigenze e se possibile, scegliere il modello con motore AC piuttosto che DC (solo per una questione di usura nel tempo).

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.